Home APPROFONDIMENTI E INCHIESTE Cambio dieta: una settimana da vegetariani e poi…

Cambio dieta: una settimana da vegetariani e poi…

by Emanuela

No, non è moda, non sono neanche impazzita e non mi sono radicalizzata. La nostra famiglia onnivora, per una settimana seguirà una dieta vegetariana. Ma perché?

Ultimamente mi sono resa conto che la nostra alimentazione è cambiata, in peggio. Fino a qualche tempo fa seguivo più o meno rigorosamente una tabella settimanale ruotando carboidrati, proteine, con una grande varietà di alimenti. Poi, siccome sono un essere umano, fra gli impegni del quotidiano e le novità nell’ultimo periodo, la tabella bilanciata è andata a farsi friggere. E ho iniziato a improvvisare.

Il tempo è sempre poco e non essendo organizzata, ho finito per diminuire drasticamente i legumi e la verdura fresca, portando in tavola piatti più veloci: fettina di manzo in padella, petto ai ferri, bastoncini di pesce, toast al prosciutto, hamburger, cotolette, pane, pizza….

A livello di salute stiamo tutti bene, ma la nostra dieta risulta meno variata. Così ho pensato di fare una settimana di alimentazione vegetariana, soprattutto percostringermi a pensare a piatti diversi, con quegli ingredienti che ultimamente ho trascurato: legumi, uova, formaggi, verdure, orzo, farro, frutta.

Sono strana? Forse! Però in questo modo mi assicuro di non barare e poi lo trovo divertente, stimolante: è come avere una spinta in più per pensare a cosa preparare. Ho iniziato lunedì e per ora prosegue tutto bene.

La dieta vegetariana e la dieta Mediterranea

A volte si fa un po’ di confusione, confondendola con quella vegana, ma la dieta vegetariana non è affatto così restrittiva visto che prevede di rinunciare (o eliminare se preferite!) solo a carne e pesce.

Come tutti sappiamo, la dieta Mediterranea è quella più apprezzata a livello mondiale: tutti ce la invidiano, la copiano e dal 2010 è stata riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. Se andiamo a guardare nel dettaglio, scopriamo che molto più simile a una dieta vegetariana di quanto non crediamo.  E’ una dieta sostanzialmente povera, non opulenta.

Molto sinteticamente, le caratteristiche principali della dieta mediterranea sono racchiuse nella preziosa piramide alimentare

Analizzando nel dettaglio, vediamo che la base della piramide è composta da frutta, verdura, legumi e acqua. Al secondo gradino invece abbiamo i cereali, rappresentati dalla nostra amata pasta, ma anche riso, orzo, farro, pane, ma anche patate, la frutta secca e l’olio extravergine di oliva. Gli alimenti che costituiscono le fondamenta quindi sono assolutamente vegetali.

Dobbiamo arrivare sul terzo gradino per trovare il pesce: da preferire quello locale, dei nostri mari, come il pesce azzurro, ricco di omega 3. Salendo ancora abbiamo il latte e i suoi derivati, le uova e la carne bianca, mentre si deve arrivare quasi al vertice per trovare la carne rossa e gli insaccati, che come sappiamo anche da recenti studi sono da consumare con estrema moderazione, come i dolci.

Il comitato di MedEatResearch dell’Università di Napoli ha poi ampliato il concetto della piramide introducendo alla base quelli che sono dei comportamenti che fanno bene alle persone, alla società e al pianeta. Questi comportamenti sono:

  • convivialità, per consolidare i rapporti di amicizia, perché l’uomo è un animale sociale, non dimentichiamolo
  • insieme, cucinare in compagnia per tramandare i valori della dieta mediterranea
  • a scuola, rendere parte attiva nell’educazione alimentare anche la scuola
  • attività fisica, parte integrante della promozione della salute
  • tradizione, per tramandare il gusto del nostro Paese
  • stagionalità, per cibi più saporiti, meno costosi e per non sfruttare troppo il pianeta
  • zero sprechi, evitare di gettare il cibo, acquistando e cucinando solo il necessario e imparando anche a dare valore agli avanzi

Questa è l’alimentazione e lo stile di vita che amiamo, che vogliamo portare avanti. Quella vegetariana sarà una parentesi, un modo per tornare agli alimenti più semplici, per scoprire nuove ricette. Se vorrete seguire con me questo esperimento familiare, cercherò di postare il menù completo di tutta questa settimana.

Restate sintonizzati!


AGGIORNAMENTO

La mia prova da vegetariana è stata interrotta causa forza maggiore. In settimana infatti mi sono sentita male (non a causa del cambio dieta chiaramente) e sono stata ricoverata. Peccato, perché io e Ste ci stavamo prendendo gusto, e il regime vegetariano vi dirò che ci piaceva molto.

Per ora, visto che ancora non mi sono ripresa, ho ripreso la dieta mediterranea, comunque cercherò di fare un post dedicato alle ricette vegetariane, per chi fosse interessato!

Potrebbe piacerti anche

Leave a Comment

Send this to a friend