Lavaggi e docce nasali

Con l’arrivo della stagione fredda è quasi inevitabile. Ogni bimbo prima o poi ci passa e il primo raffreddore non è facile per un neonato, ma neanche per mamma e papà.

Per il raffreddore comune, non gravato di complicanze, è sufficiente una buona pulizia nasale, da effettuare attraverso un semplice lavaggio, che permette al bambino di riposare meglio e poppare senza troppi fastidi.

Cosa serve?

  • Soluzione fisiologica (o isotonica) ai primi sintomi o in caso di raffreddore non “importante”, soluzione ipertonica in caso di muco particolarmente denso, in monodosi, spray o in bottiglia di vetro.
  • Siringa da 5ml (se si usa la bottiglia)
  • aspiratore nasale
  • carta assorbente o fazzolettini

Come si utilizza la bottiglia di fisiologica? E’ sicuro?
Bucare il tappo di gomma con l’ago della siringa, rovesciare la bottiglia e aspirare dai 3 ai 5ml di soluzione salina; togliere la siringa lasciando l’ago inserito all’interno della bottiglia e procedere allo stesso modo fino ad esaurimento del flacone. Naturalmente una volta bucato il cappuccio, la soluzione non sarà più sterile, ma per i lavaggi nasali non importa; resta consigliato invece utilizzare le monodosi se si usa l’aerosol perché la salina nebulizzata raggiunge le basse vie respiratorie come i bronchi. Le siringhe possono essere lavate bene e riutilizzate, e gettate a fine raffreddore.
Si trova in farmacia la bottiglia da 100ml, 250ml e 500ml.

Come si fa il lavaggio?
Distendere il bimbo a pancia in su sul fasciatoio e girargli la testa su un lato (se oppone resistenza potete anche adagiare il bimbo su un fianco): a questo punto inserite il flaconcino di soluzione salina nella narice che sta in alto, quindi se è girato sul fianco destro nella narice sinistra e viceversa. Se il nasino è libero vedrete l’acqua fuoriuscire dalla narice sottostante, in caso contrario potrebbe uscire dalla bocca, anche se generalmente il piccolo la ingoia. Non preoccupatevi.

Perché usare l’aspiratore nasale?
Dopo aver effettuato il lavaggio, è importante aspirare le cavità, in modo da liberarle dal muco. Lo strumento più efficace è l’aspiratore a bocca: se ne trovano di varie marche in commercio, hanno dei beccucci con filtro usa e getta e possono essere sterilizzati di tanto in tanto in acqua e amuchina.
Esistono anche aspiratori a pompetta, elettrici e perfino che si attaccano all’aspirapolvere.

C’è un’alternativa al lavaggio nasale?
Sì ed è anche più efficace, ma la metto come seconda opzione perché comporta un costo maggiore per la famiglia.
Se il bambino è abbastanza grande da stare seduto da solo, è possibile utilizzare l’ormai famoso Rinowash: si tratta di una doccia nasale micronizzata che, producendo particelle di diametro superiore ai 10 micron, agisce esclusivamente a livello delle vie aeree superiori. E’ compatibile con tutti gli apparecchi per aerosol di tipo pneumatico (a pistoni), non funziona invece con quelli a ultrasuoni. Rapido, nebulizza 5 ml di soluzione in circa un minuto.
Costo tra i 20 e i 30 euro. In commercio esistono prodotti simili, io vi consiglio questo perché è il più utilizzato e soprattutto perché testato personalmente.
Durante l’utilizzo della doccia nasale, probabilmente il muco scenderà dal nasino, quindi fazzoletti a portata di mano sempre, e al temine del lavaggio invitate il bimbo a soffiate o aspirate.
Ci sono anche dei recipienti, dalla forma simile a quella di una teiera, con cui effettuare delle abbondanti docce nasali, ma sono principalmente impiegate per gli adulti o i bambini più grandi e collaborativi.


Per approfondimenti vi consiglio di consultare l’articolo “Il raffreddore: cos’è e come combatterlo”, scritto dal farmacista di Nasce un Genitore, con tante informazioni e consigli utili.


Ricordo che il blog è libero da sponsorizzazioni di qualsiasi genere e che i prodotti recensiti o consigliati sono tutti stati acquistati e provati dall’autrice senza ricevere nulla in cambio.

Un pensiero su “Lavaggi e docce nasali

  1. Pingback: Il raffreddore: cos’è e come combatterlo | Nasce un Genitore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...